Ai Giudici – coffee & drinks

AI GIUDICI - COFFEE & DRINKS

L’idea del cliente prevedeva la possibilità di disporre di una caffetteria e un lounge bar, richiesta che è stata interpretata creando uno spazio dalla doppia valenza, attraverso l’uso di due materiali: legno caldo negli spazi diurni e ferro color ruggine nell’ambiente notturno.

Anno:

2015

Luogo:

Palermo

Tipologia:

Commerciale

Superfice:

50 m²

Cliente:

Dipoli S.n.c.

Press:

Hinge | Vol.244

MODULARITA'

L’ingresso del locale, piano unico a livello strada, si apre sulla zona caffetteria, dove gli arredi in legno – sedute, banchi e tavoli, oltre ad elementi contenitori, fioriere sulle pareti e corpi illuminanti pensili – sono concepiti come moduli innestati su una struttura a griglia in ferro, che dal pavimento sale su pareti e soffitto, marcando tridimensionalmente lo spazio.

CONTINUITA'

Nell’area centrale del locale, dove si concentra l’attività serale, irrompe un volume sbieco in ferro trattato color ruggine che abbraccia pavimento, pareti e soffitto e include il bancone bar, illuminato da luci soffuse a sospensione.

GEOMETRICO

Il carattere attraente di flessibilità e continuità visiva dello spazio è affermato dagli arredi geometricamente essenziali, che possono facilmente cambiare posizione all’interno della struttura metallica, permettendo configurazioni diverse a seconda dell’uso.

MATERIALI

Il progetto è caratterizzato dall’uso di pochi materiali: legno caldo negli spazi diurni e ferro corten nell’ambiente notturno. Strutture in ferro nero e vetro sospeso completano il progetto.

CONSERVATIVO

La scelta non invasiva del pavimento in vetro, flottante e sopraelevato su piedini in ferro, ha permesso di mantenere intatta la pavimentazione originaria in marmo, ulteriormente esaltata dalla illuminazione a led sottostante, e di raggiungere la quota d’ingresso del locale, evitando barriere architettoniche.

Impresa: Senatore Carmelo
Fabbro: S.G. Metallica di Sciortino Giuseppe
Attrezzature: Barrale Arredamenti
Rivestimenti: Ferro Corten
Pavimenti: Ferro Corten, vetro
Illuminazione: Accademia Centro di illuminotecnica
Share this project