STUDIO DIDEA ARCHITETTURA ITALIANA

Architettura Italiana ha selezionato Studio DiDeA per i progetti “Unto” e “U Coppu”.

Unto nasce dall’esigenza di adeguare lo spazio architettonico nella sua consistenza e configurazione originaria alla natura commerciale del fast food. La successione di vani comunicanti che caratterizza l’unità immobiliare nello stato di fatto diventano il punto di partenza per la progettazione di un ambiente unico tramite il posizionamento di un grande bancone in cemento faccia a vista e legno che attraversa e lega gli spazi. La lamiera forata, contenitore funzionale al fast food, evidenzia il gesto architettonico, definendo un volume sospeso a coronamento del bancone.

Le scelte materiche hanno seguito lo stesso principio, conservare gli elementi caratterizzanti lo spazio architettonico dato, apportando un cambiamento stilistico che si conforma alla tendenza Industrial degli ultimi anni. La pavimentazione, testimonianza della tradizione decorativa dei primi decenni del secolo scorso, rimane come memoria caratterizzando fortemente il nuovo spazio convertito.

La luce acquisisce un carattere multiforma dando la possibilità di definire configurazioni variabili e mutevoli suggestioni ambientali.

I grandi infissi in ferro si aprono completamente verso l’esterno evidenziando la volontà di proiettare lo spazio interno vesto la strada, da sempre elemento caratterizzante dello street food.

 

Il concept U Coppu nasce dalla volontà di portare la tradizione del cibo siciliano da strada all’interno di una bottega.

L’intervento progettuale si integra all’interno di spazi voltati senza alterarne la volumetria e la leggibilità originarie e mantenendone la caratteristica di spazi in successione nella distribuzione delle nuove funzioni anch’esse in successione, quali: la zona vendita, la zona cottura e la zona laboratorio.

All’interno della zona vendita si colloca il banco che per forma e funzione assume le caratteristiche tipiche del banchetto da strada. Questo è composto da una base d’appoggio realizzata in listelli di larice e vetro e da una struttura soprastante in ferro da cui pendono le lampade che illuminano l’intero spazio.

A dividere la zona vendita dalla zona cottura a vista è una parete di pannelli resinati e montanti in ferro in cui un riquadro in vetro permette al pubblico di vedere tutte le fasi di lavorazione del cibo. Quest’ultimo è servito nel “coppo”, tipico conetto di carta per il cibo d’asporto.

Nella zona vendita, il pavimento in listelli di larice naturale risvolta in un unico gesto lungo due pareti contrapposte terminando in mensole: una di appoggio per il pubblico e un’altra sulla parete retrostante il banco per l’esposizione.

A completare il disegno della pavimentazione è una fascia di resina che marca la soglia di ingresso e invita ad entrare.

 

Studio DiDeA Architetti Associati