Unto

Un nuovo street fast food nel centro di Palermo

Unto per la copertina di dicembre su QDaily.

Il progetto di DiDeA ha trasformato l’architettura preesistente – un negozio di antiquariato a sviluppo longitudinale e suddiviso in vani contigui – in un unico ambiente, cromaticamente virato sulle tonalità del grigio ed attraversato da un grande bancone in cemento faccia a vista e legno, che caratterizza il locale.

Unto è un locale da street food nel centro di Palermo.

Il progetto di DiDeA ha trasformato l’architettura preesistente un negozio di antiquariato a sviluppo longitudinale e suddiviso in vani contigui – in un unico ambiente, cromaticamente virato sulle tonalità del grigio ed attraversato da un grande bancone in cemento faccia a vista e legno, che caratterizza il locale. Un volume sospeso in lamiera forata nera a coronamento del bancone, funge da piccolo magazzino/deposito, e come supporto a lampade applicate in diversi punti ed orientabili, permettendo sempre nuove configurazioni dell’illuminazione.

L’uso dei materiali industriali permea anche gli ambiti della cucina e i semplici arredi- sgabelli in acciaio e scaffalature in legno e ferro- e gioca a contrasto con la pavimentazione originale dei primi decenni del ‘900, unico carattere decorativo del locale.

I grandi infissi in ferro e vetro dell’entrata si aprono completamente verso l’esterno, in una

continuità tra dentro e fuori che evidenzia la natura ‘da strada’ del locale“.

 

The project is conceived as a reconversion of the previous space in a fast food.

The former antique shop’s space was composed by interconnected rooms, that the architects have turned into a singular grey-tones place marked by an extended counter made of visual concrete and wood.

Over the counter, a suspended volume of perforated black metal panel acts as a little storage, and ad support for a series of adjustable lamps.

The materials selection ( perforated metalpanel, visual concrete, grey painted walls, iron stools) reminds of industrial atmosphere and it creates a strong contrast with the early 20th century decorated floor, left exposed.

The iron front doors open up to the street,providing a sense of continuity between interior and exterior spaces, and underlining Unto’s urban character”.

Studio DiDeA architetti associati